Le stagioni per posta

AA.VV.                                                                                                                             LE STAGIONI PER POSTA – Ricordi d’infanzia                                                (prefazione di Duccio Demetrio)

Si tratta di una raccolta epistolare, frutto di un anno di lavoro del “Circolo di scrittura autobiografica a distanza” della Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari. I temi proposti per la scrittura sono stati le quattro stagioni, nei ricordi d’infanzia. I corrispondenti, una sessantina, hanno inviato da tutta Italia – e qualcuno anche dall’estero – le loro personali esperienze con le stagioni: le impressioni, le emozioni, gli avvenimenti, le abitudini domestiche. Ma da queste scritture emerge molto di più: il particolare sentire dei bambini, le relazioni familiari, i modelli sociali, le trasformazioni tecnologiche ed economiche. Gli scrittori più anziani raccontano un mondo ormai scomparso, quelli più giovani sono stati testimoni della trasformazione. Insieme, ci offrono tanti particolari tra cui potremo riconoscerne alcuni comuni alle nostre vite, altri del tutto nuovi. Ci offrono anche spunti di riflessione sulle stagioni della nostra vita, sul senso di Autunno, Inverno, Primavera ed Estate nel sentire dell’essere umano.

Quasi tutte le lettere sono state scritte a mano e sono giunte ad Anghiari per posta. A ogni lettera le collaboratrici del Circolo hanno risposto, ed è questa la particolarità dell’attività del Circolo: che le memorie individuali non cadono nel vuoto, ma ricevono ascolto e testimonianza dell’ascolto; che si crea una “corrispondenza” perché chi risponde si mette in sintonia con chi ha scritto. Alcuni degli scrittori a distanza sono dediti da molti anni a questa attività, che li sollecita a ricordare e nel tempo ha affinato le loro capacità espressive. Molte di queste lettere colpiscono per lo stile di scrittura, oltre che per i contenuti.

Curato da quattro collaboratrici del Circolo di scrittura autobiografica a distanza – Oriana Borghi, Anna Noferi, Stefanie Risse, Mariarosa Ventura – il volume gode della prefazione di Duccio Demetrio, fondatore e direttore scientifico della Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari, di cui offriamo uno stralcio che esprime molto bene, non solo lo spirito del libro, ma anche quello della casa editrice Equinozi, nata proprio con questo intento:

“Quando si creda nel valore di valorizzare le memorie personali o collettive – ed è questa la ragion d’essere della Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari; quando si cerchi di proteggere dalla dispersione la molteplicità delle esperienze nelle quali talune emozioni più hanno attraversato, e contrassegnato, le nostre vite; quando ci si accorga che la scrittura è azione (poiché risveglia l’intelligenza, sviluppa creatività, genera partecipazione culturale, ecc…), ebbene, queste peculiarità trasformano una donna e un uomo, un giovane o un anziano, in uno scrittore per diletto. La cui unica ambizione consisterà nell’offrire la propria storia e nel poter ascoltare e leggere quelle degli altri, che condividono un’identica idealità e un simile interesse.”

AA. VV – Le stagioni per posta. Ricordi d’infanzia                                                 ISBN 9788898810000 – € 16,50                                                                                    per richiedere il libro scrivere a: info@equinozi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *